Allarme senza Fili o cablato quale il Migliore

Quando ci riferiamo ad un allarme per la casa senza fili parliamo di collegamenti tra componenti e centralina che avvengono in maniera wireless, ovvero con onde radio. Per questo tipo di apparati si usa una frequenza dedicata, la 433 Mhz e anche la 866 Mhz.

Se vengono utilizzate entrambi abbiamo i componenti chiamati in “doppia tecnologia“. I pro ed i contro nell’installazione di un allarme senza fili rispetto ad uno cablato sono diversi ed oggi cercheremo di capire quale sia la migliore soluzione quando si tratta di montare un antifurto per la casa.

I vantaggi di un antifurto wireless

  • non dobbiamo effettuare opere murarie o montare canaline esterne: quando un sensore di movimento è wireless non ha bisogno di fili per essere collegato alla centralina. Non dobbiamo fare quindi tracce a muro per stendere i fili o farli passare all’ interno di canaline. Risparmiamo soldi per le opere murarie e non avremo a vista cose anti estetiche.
  • si risparmiano soldi: non dovendo far passare i fili per tutta casa il montaggio è molto veloce, la manodopera è più bassa perchè bastano 10 minuti per l’installazione.
  • possiamo montare i rilevatori anche in posti difficili: un sensore wireless può essere installato anche in posti impervi.

allarme senza fili

Gli svantaggi

  • i sensori wireless hanno batterie che si scaricano: non prendendo l’alimentazione dal cavo, devono avere batterie a lunga durata che periodicamente vanno cambiate. Alcuni rilevatori segnalano che la batteria si sta scaricando, altri no. Attenzione perchè un sensore scarico non funziona e rende innocuo un antifurto.
  • il segnale che viaggia nell’ aria può essere captato: un segnale wireless può sempre essere intercettato ed hackerato. Sebbene i sensori lavorino in doppia tecnologia, su due frequenze, e abbiamo un sistema di criptaggio, i rischi di sabotaggio ci sono sempre, anche se difficili.
  • Disturbi in radio frequenza: un segnale wireless può essere disturbato da ripetitori televisivi o ripetitori radio o microonde.

Abbiamo esaminato i pro ed i contro nel montaggio di un impianto di antifurto senza fili. A qualcuno può anche disturbare l’idea di vivere in un ambiente in cui ci sia un certo “inquinamento elettromagnetico“. Purtroppo ormai viviamo in ambienti in cui le onde radio entrano dentro casa. Pensiamo al segnale della telefonia mobile. I sensori hanno un a potenza molto bassa, nell’ ordine dei milli watt, possiamo stare tranquilli da questo punto di vista.

Quanto costa montare un antifurto wireless

i professionisti della sicurezza che installano impianti di antifurto devono lavorare di meno se si tratta di un sistema senza fili. Il prezzo è ovviamente più basso rispetto ad un impianto in cui devono essere stese canaline e fili. Oltre al materiale, ci sono meno ore di manodopera da mettere in conto nel preventivo finale che vi sarà proposto.

I prezzi variano molto da professionista a professionista, in base anche alla marca di antifurto che si sceglie. Diciamo che se di componenti spendiamo 1000 euro, altrettanti vanno spesi per l’installazione, l’allaccio e la taratura con le prove finali. Ricordiamo che anche per il 2017 ci sono le detrazioni fiscali del 50% per chi decide di montare un antifurto. Se abbiamo speso 3000 euro, possiamo portare in detrazione 1500 euro, ovvero 150 euro l’anno per 10 anno.

 

 

Precedente Gestire un Antifurto a Distanza con Internet